31.1.12

Pancakes senza uova




Mettete i disagi creati dallo sciopero degli autotrasportatori, mettete la totale mancanza di voglia di andare al super per comprare giusto due o tre cose, mettete il desiderio di sperimentare qualcosa sotto il segno dell'arte di arrangiarsi... mettete, e fatene delle frittelle di Nonna Papera alternative!
I veri pancakes prevedono, tra i loro ingredienti, le uova, che contribuiscono a renderli soffici e alti. Eppure, cercando un po' in rete, ho trovato questa ricetta che non le prevede e che mi è sembrata abbastanza affidabile, e ho deciso di provarla, con qualche piccola modifica.
Esperimento più che riuscito: i pancakes senza uova che ho ottenuto non hanno, a mio parere, nulla da invidiare a quelli che le uova le contengono! Soffici, leggeri, spessi quanto basta e deliziosamente profumati di limone, sono veramente ideali per una colazione o una merenda diversa e molto piacevole... ma senza troppi sensi di colpa!
Una mia amica li ha provati non appena le ho passato la ricetta in versione alla cannella con miele coulant, io però avevo lo sciroppo d'acero in frigo e ne ho approfittato per dedicarmi una very very comfort coccola in perfetto spirito nordamericano! *-* Essendo una ricetta di facilissima realizzazione, oltre che davvero deliziosa nella sua semplicità, va anch'essa come i pasticcini di riso dell'Artusi a concorrere per il contest del Molino Chiavazza sul Comfort food!




Pancakes Senza Uova al Limone (x 4 frittelle da ca.13 cm ø)



Latte (io parzialmente scremato), 135 g
Burro, 15 g (riducibili anche a 10 g)
Farina 00 (io Molino Chiavazza), 110 g
Zucchero, 3 cucchiaini
Lievito vanigliato, 1 cucchiaino
Bicarbonato, 1 pizzico
Zeste di mezzo limone biologico
Sale, 1 pizzico



Nel latte tiepido far sciogliere il pezzetto di burro. In una ciotola a parte setacciare la farina col lievito.
Con un pelapatate prelevare solo la zeste del limone e frullarla insieme allo zucchero, al sale e a 40 g della farina prevista, e unire il mix ottenuto nella ciotola con la farina precedentemente setacciata insieme al lievito.
Aggiungere infine il latte e amalgamare bene per formare una pastella.
Far scaldare bene una padella piccolina su fuoco medio-basso, sciogliervi un pezzettino di burro e aggiungere la pastella versandola poca alla volta (io ad occhio, ma ci si può aiutare con un piccolo mestolo), al centro della padella, spandendola leggermente con l'aiuto del manico della padella stessa per allargare un po' la frittella.
Cuocere per una 20ina di secondi sempre su fuoco medio-basso, poi con l'aiuto di un attrezzo apposito (tipo una schiumarola piatta, adatta a girare le frittate) girare il pancake e ripetere l'operazione dall'altro lato. Controllare che sia ben cotto da ambo i lati e mettere su un piatto. Dopo le prime due frittelle sarà necessario ungere nuovamente la padella con una punta di burro.
Ripetere l'operazione per altre 3 volte, fin quando la pastella non sarà stata tutta utilizzata, impilando un pancake sull'altro.
Guarnire le frittelle secondo il proprio gusto e... buon appetito!


NOTE MIE:

- Io ho scelto di dare un deciso aroma di limone ai miei pancakes perché li adoro in questa versione agrumata, e la scelta di frullare la zeste con lo zucchero, il sale e una parte di farina è voluta, sia per raffinare gli ingredienti che per amalgamare bene i sapori. Se volete provare questa ricetta in una versione diversa, magari aggiungendo un aroma in polvere o fialetta, basterà saltare il passaggio del frullatore e aggiungere l'aroma scelto alla pastella, lasciandola magari riposare per 15 minuti prima di utilizzarla.
- Non impressionatevi se, ancora caldi, i vostri pancakes sembreranno un po' umidi all'interno: non sono crudi, devono semplicemente asciugarsi. Le due frittelle avanzatemi per la colazione del giorno successivo, tenute in forno coperte da un foglio di carta stagna, erano ben asciutte e ancora sofficissime, ancor più dopo un brevissimo passaggio al micro a media temperatura.
- Se avete ospiti a casa o improvvisi cali di zucchero, raddoppiate le dosi!

31 commenti:

  1. Li devo provare, assolutamente! Mi piace questa versione allegegrita, ma soprattutto perchè profuma di limone (io lo adoro, da morire!), quindi ti ringrazio tantissimo mia cara ^^
    Buona giornata, un abbraccio :**

    RispondiElimina
  2. Assolutamente al limone, anche per me ;-)

    RispondiElimina
  3. mai mangiato i pancake e mi incuriosiscono un sacco!
    poi questi senza uovo..ancora di piu'!

    RispondiElimina
  4. Mai fatti nè mangiati! I tuoi senza uovo.. gnamm sembrano così buoni.. smackkk .-)

    RispondiElimina
  5. ma al limone non li ho mai assaggiati? com'è possibile?? devo rimediare subitissimo!

    RispondiElimina
  6. che delizia al limone!!!! gnammeee

    RispondiElimina
  7. Li proverò senz'altro....ma sai che non li ho mai fatti i pancakes....quindi....
    Baci

    RispondiElimina
  8. Senza uova? Ma davvero? Ottimi!!
    Un bacione :)!

    RispondiElimina
  9. uuhh, buoniiii! senza uova sono fantastici, vero? voglio assolutamente provare questa ricetta!!!

    RispondiElimina
  10. Grande Raffaella! Buoni i pamcakes. baci

    RispondiElimina
  11. Brava Raffaella sono meravigliosi!!!!!!!!!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  12. CHE BUONEEEEE UN ASSAGGINOOOOOO

    RispondiElimina
  13. raffy che delizia!! mai pensato di fare pancakes senza uova, ottima e leggerissima ricetta. un bacione

    RispondiElimina
  14. Wow!!! Mi hanno regalato lo sciroppo d'acero.. direi che ora di provarlo ;) i tuoi pancakes sono buonissimi e leggeri quindi niente sensi di colpa ma solo gratitudine del palato ^__^ baci baci

    RispondiElimina
  15. Da provare senz'altro proprio perché senza le uova, anche io se posso cerco di diminuirne il numero o evitarle. Ciao Raffy a presto

    RispondiElimina
  16. ciao raffy!
    falli sti muffin perche' davvero sono troppo buoni e sentirai!!!!

    RispondiElimina
  17. Per una bella colazione! Bello il tuo blog mi unisco a te! Ciao

    RispondiElimina
  18. Buonissimi, senza uova poi sono da provare!Ciao

    RispondiElimina
  19. Ragazze grazie a tutteeeeeee! *-*
    Sono molto contenta che abbiate apprezzato questa versione di pancakes profumata e, soprattutto, più leggera!
    Vi assicuro che, se li provate, vorrete riprovarli spesso, in questa versione light! Non sembra che non abbiano le uova, non hanno nulla da invidiare secondo me a quelli che, da tradizione, le prevedono!
    Fatemi sapere se li provate!

    @Carla: grazie, li proverò!!! :*

    @Kappa: grazieeeee! passo anch'io a fare un giretto da te con molto piacere! ^.^

    RispondiElimina
  20. Il sorriso vien mangiando, ma in questo caso anche guardando. Sono troppo appetitosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, che carina che sei! Grazie per questo pensiero simpatico e gentile! *-*

      Elimina
  21. Ciao Raffaella, grazie per aver deciso di inserire subito il banner così mi aiuti a far girare il contest ;o) Vado subito a correggere il post inserendo le informazioni che hai chiesto. Non vedo l'ora di scoprire la tua proposta, sono molto curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara per la bella proposta! Sono certa che tantissime altre pasticcione come me accoglieranno con piacere il tuo invito! Credo di sapere già cosa preparare... proprio pochi giorni fa al super ho visto per l'ennesima volta le mie merendine preferite... e per fortuna ho fugato la tentazione di ficcarle nel cestino della spesa, con un messaggio affiorato dritto dritto dalla coscienza: "tanto posso provare a farmele a casa, magari in una versione più sana e leggera... posso riuscirci"! :D
      Bacioni e a presto!

      Elimina
  22. Appena fatti!!! Eccezionali con sciroppo d'acero e miele! Il mio piccino (ancora nella pancia) ne è entusiasta!!! Grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello! Grazie mille a te e al tuo piccino per aver provato, apprezzato e... riferito! ^_^
      Mi spiace non conoscere il tuo nome, ma sappi che sono io a ringraziare te per il graditissimo pensiero! Auguri per la tua gravidanza! *_*

      Elimina
  23. Accolgo anche io questa idea, sono in cerca di ricette "alternative" ma altrettanto buone. Se non altro per variare e per non rinunciare a dei dolci se quel giorno nel frigo non ci sono tutti gli ingredienti... :D

    RispondiElimina
  24. Ciao, vorrei sapere se qst pancakes che vorrei fare domani x il compleanno di mio figlio posso prepararli stasera e mettere in frigo x poi cuocere domattina, grazie e complimenti per il tuo blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, cara Maria!
      Spero di essere ancora in tempo per risponderti, se così non fosse ti chiedo scusa e spero tu abbia seguito il tuo istinto, perché sì, la pastella può tranquillamente essere preparata con diverse ore di anticipo e conservata in frigorifero nella ciotola opportunamene coperta con pellicola alimentare! Solitamente gli impasti riposati danno risultati ancora migliori di quelli utilizzati al momento, quindi... fammi sapere se hai provato e come ti è sembrato! ^_^
      Grazie mille a te, soprattutto per aver scelto una mia ricetta, e augurissimi per tuo figlio!

      Elimina