24.9.12

Torta Pasqualina... country!




Ricette torte: C’è qualcosa di speciale nei piatti della tradizione. Si richiamano a uno stile rustico, tipico dei casali di campagna, in cui stoviglie di rame e porcellane comprate ai mercatini di paese fanno lietamente mostra di sé. Le sensazioni che regalano a chi li osserva, ancora caldi di forno, sono quelle di una bellezza senza tempo, la stessa che racconta di mani callose e di storie raccontate accanto al focolare.
La vera Pasqualina, la torta salata ligure per eccellenza, è altro da ciò che vi presento io oggi, ma per me non poteva non avere una fresca personalità country.
Per prepararla ho utilizzato, infatti, la rucola (o rughetta) selvatica e le tenere zucchine spuntate nell'orticello di famiglia, delle piccole patate novelle e le foglioline di salvia e maggiorana che profumano e colorano il balcone della mia cucina.
Sebbene le proporzioni delle verdure siano state dettate più dall'intuito che dall'intenzionalità, il sapore di questa torta salata è molto equilibrato: le patate e le zucchine addolciscono il gusto intenso della rucola selvatica, mentre l'aroma deciso della salvia e quello gentile della maggiorana danno una marcia in più sia al ripieno rustico di verdure che a quello delicato a base di formaggio.
Fatela, se preferite in una delle sue versioni tradizionali, non soltanto perché è bella da vedere e gustosa da mangiare, ma anche perché dovete assolutamente provare la furbata della cannuccia! Grazie Vitto per aver voluto condividere con noi uno dei segreti più belli e divertenti di questo magnifico piatto!

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge di Settembre





TORTA PASQUALINA CAMPAGNOLA
con rucola, zucchine, patate ed erbe aromatiche
(dosi per una teglia tonda di 18 cm diametro)


  
 per la pasta

Farina 0 (io Molino Chiavazza), 210g
Acqua, 55g
Vino bianco secco, 50g
Olio extravergine d'oliva, 20g
Sale, 1/2 cucchiaino da caffè


per il ripieno

Rucola, 250g
Zucchine, 200g
Patate, 200g
Salvia, q.b.
Maggiorana, q.b.
Ricotta, 180g
Parmigiano grattugiato, 35g
Uova, 3 piccole


inoltre

sale, pepe e olio extravergine d'oliva, q.b.





Preparare la pasta: lavorare la farina col sale, l'olio, il vino bianco secco e l'acqua, fino a ottenere una pasta morbida ma non appiccicosa.
Dividere l'impasto ottenuto in 5 palline (possibilmente dello stesso peso) e farle riposare coperte almeno un'ora, meglio due.

Preparare il ripieno: lavare e mondare le zucchine, pelare le patate e tagliare entrambi gli ortaggi a tocchetti piuttosto fini.
Metterli in una padella insieme alla rucola lavata e grossolanamente tagliata e saltare con olio extravergine, mezza cipolla tritata e un trito di salvia e maggiorana, finché l'umidità non si sia asciugata.
Nel frattempo lavorare la ricotta con il parmigiano grattugiato e un trito di salvia e maggiorana, quindi aggiustare di sale e pepe e tenere da parte in frigo.

Formare la torta Pasqualina: con il mattarello, stendere una pallina in una sfoglia piuttosto sottile su un piano molto leggermente infarinato.
Poiché la pasta è molto elastica, potrebbe succedere che stendendola faccia delle pieghe; in tal caso allargarla ulteriormente con le mani (un po' come fanno i pizzaioli!), ma solo se avete le unghie cortissime! ^_^
Foderare con la sfoglia ottenuta il fondo e le pareti della teglia (perfettamente unta d’olio anche sui bordi), facendola debordare un poco.
Con un pennello ungere d'olio questa prima sfoglia e stendervi sopra la seconda.
Versare dentro il ripieno di verdure e stendervi sopra il composto di formaggio ed erbe aromatiche.
Con il dorso di un cucchiaio fare 3 incavi a distanza regolare e in ognuno rompere un uovo. Salare, pepare e versare un filino d’olio su ognuno.
Le altre 3 sfoglie devono essere tirate sottilissime e non devono assolutamente avere buchi.
Tirare la prima e coprire il ripieno, facendola debordare di lato; ungere delicatamente la superficie con un pennello (sotto ci sono le uova intere!) e appoggiare la seconda sfoglia.
Ungere ancora e, in corrispondenza del bordo, infilare delicatamente l'estremità di una cannuccia tra uno strado e l'altro della pasta di copertura.
A questo punto soffiare nella cannuccia: il coperchio della torta Pasqualina si gonfierà dando forma a una vera e propria cupola!



Appoggiare l’ultima sfoglia e ungere anche questa molto bene.
A questo punto arrotolare il bordo a cordoncino (semmai dovesse esserne troppo, tagliare l'eccesso con le forbici), togliere molto rapidamente la cannuccia e sigillare bene l’apertura del cordoncino.
Cuocere a 180° per 40 minuti o fino a doratura della pasta.
Spennellare la superficie della torta appena sfornata con un po' d'olio e aspettare che si raffreddi prima di sformarla... e di vedere la pasta della cupola che, ammorbidendosi, scende come un velo!




Buon lunedì a tutti voi! Mi raccomando, fate presto a realizzare la vostra ricetta per L'Oroscopo nel... piatto: il contest scade fra una settimana! ^_^


21 commenti:

  1. un ripieno golosissimo, complimenti

    RispondiElimina
  2. Sai che ne sto vedendo un bel pò in giro? mi sembra di essere a Pasqua.. qui a Roma è una specialità di quel periodo! Ottimo il tuo ripieno.. baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  3. Perfetto palloncino e il ripieno mi sembra devvero golosissimo! Forse stasera riesco a preparare qualcosa per te....finalmente! :-)

    RispondiElimina
  4. Bella questa versione multiverdurosa!

    RispondiElimina
  5. ti è venuta bellissima e buonissima, in bocca al lupo per l'MT!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Rucola a parte, tutti gli altri ingredienti del ripieno fanno parte della nostra tradizione. Perchè è vero che la tua torta è country, ma è altrettanto vero che si pone nella linea della cucina povera, che è quella che avevamo tracciato in questo MTC. Ancora una volta, sono l'ingegno e il genio a falra da padroni, con l'uso sapiente delle erbe che arriva laddove il sapore del ripieno da solo non giungerebbe- e lo fa in modo delicato ma incisivo, facendosi riconscere, senza insistere troppo. Togli il basilico, la maggiorana e la salvia, a noi Genovesi- ed equivarrà a lasciarci completamente nudi :-)
    rielaborazione convincente, coerente, gustosissima, eseguita per giunta alla perfezione: un bel "brava!" non te lo toglie nessuno!
    grazie
    ale

    RispondiElimina
  7. ma cosa trovo qui,da te?e a dir poco una delizia e poi presentata divinamente...
    ...complimenti per il tuo spazio pieno di ricette e di spunti interessantissimi..mi sono unita,se ti va di ricambiare ti aspetto con piacere nella mia cucina..baci,a presto:)

    RispondiElimina
  8. non ho mai fatto una pasqualina ma la tua mi sembra davvero golosissima. Brava come sempre

    RispondiElimina
  9. che spettacolo da fare..
    bravissima
    baci

    RispondiElimina
  10. fantastica ricetta!! l'idea di soffiare nella cannuccia mi piace un sacco! credo che proverò! Intanto mi unisco ai tuoi followers!! Ciao Marina

    RispondiElimina
  11. Meravigliose interpretazioni, questo mese abbiamo imparato tutte moltissimo da questa sfida e abbiamo portato nelle nostre case un grandissimo piatto della tradizione e ottime torte salate reinterpretate!

    Buona settimana

    loredana

    RispondiElimina
  12. Adoro questi piatti semplici e rustici, proprio come hai scritto ... Io amo quelle erbe!
    Aspetto molto gustoso e appetitoso!

    RispondiElimina
  13. Ciao Raffa, evvai che bella la tua pasqualina! Bacione a presto

    RispondiElimina
  14. Quelle cupolotte gonfiate con la cannuccia mi stanno facendo impazzire, sono troppo belle :) Non partecipo all’MTC ma la voglia di provarci m’è venuta lo stesso!
    Proprio gustosa questa versione campagnola del ripieno. Rucola e zucchine non le ho mai abbinate insieme ma quel contrasto dolce-amaro dev’essere molto stuzzicante e gradevole. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  15. ma è bellissima!! sei stata anche bravissima..la cupola è perfetta!!gnammy!! bellissima e golosissima!! gnammy! buona giornata cara!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Raffaella! :) Innanzitutto grazie per essere passata da me ed esserti unita ai miei followers, sono felice che il mio blog ti piaccia e ricambio molto volentieri! Sei bravissima e poi io adoro sperimentare e adoro chi sperimenta, inoltre tieni d'occhio le calorie... quindi cosa potrei volere di più? :D Un posticino perfetto qui! :) Questa torta pasqualina è perfetta e il ripieno molto gustoso, complimenti! Un bacione e a presto, buona serata! :)

    RispondiElimina
  17. hai fatto anche l'impasto!!! sei bravissima^_^
    PS mi hai chiesto quante polpettine di ceci mi sono venute...20-25 circa, ho riempito una teglia rotonda da pizza:-)

    RispondiElimina
  18. si si bella proprio e chissà che buona!

    RispondiElimina
  19. Davvero ricca di gusto questa torta!!!

    RispondiElimina
  20. Mi piace molto il tuo ripieno fatto con le cose che hai a disposizione. Perfettamente centrata la filosofia del piatto.
    E poi hai la fortuna di un orticello a disposizione e le erbe profumate che esaltano il tutto!
    Ciao, Vitto

    RispondiElimina