20.10.12

Appello... nel cimitero mostruo(golo)so!




 ... no, tranquilli, non ho perso il lume della ragione né la (relativamente lunga) conta dei giorni che ancora ci separano dalla festa più spaventosa dell'anno!
È che quando, qualche giorno fa, ho ricevuto dalla Sarchio l'invito a realizzare, in occasione di Halloween, una ricetta con alcuni prodotti biologici e dietetici (destinati ad alimentazioni particolari, come quelle per le intolleranze più comuni) da loro scelti appositamente per me, non ho saputo resistere alla tentazione di mettere in moto l'immaginazione!
Sarà che quando la tradizione di Halloween ha attecchito qui in Italia ero già cresciutella, sarà che sono sempre stata restia a festeggiare qualcosa che non appartenesse alla mia cultura, sarà che fantasmi, streghe e mostri non mi hanno mai realmente affascinata... saranno queste e tante altre piccole cose ad avermi sempre tenuta lontana da Halloween. Ma per i bambini di oggi il discorso cambia: i miei due nipotini, per esempio, da più di una settimana non fanno che descrivermi i costumi da vampiro che indosseranno e chiedermi quale dolce preparerò soltanto per loro!
Questo goloso budino di cioccolato, arricchito con riso soffiato, fiocchi di avena, biscotti integrali e barrette ai semi di origine biologica, l'ho realizzato pensando ai miei due mostri, ma anche a tutti (e sono davvero tanti) quei bambini che, per motivi di intolleranza alle proteine del latte e/o delle uova, sono spesso costretti a privarsi di tanti cibi buoni, anche nelle occasioni per loro importanti.
Poiché qualsiasi festa che si rispetti deve far felici tutti, e poiché (per dirla con la citazione di un famoso film) la felicità è reale solo quando condivisa, il dolce di Halloween che ho scelto di realizzare è completamente privo di uova e di latte!
E per chi soffre di intolleranza al glutine? Niente paura: basta sostituire la bevanda di avena, i fiocchi di avena e i frollini integrali con altri prodotti equivalenti privi di questa sostanza lipoproteica e il vostro cimitero mostruo(golo)so sarà davvero buono... per tutti!
Con un bel po' di fantasia si potrebbe raccontare ai bambini che le dita spuntate fuori dal terreno sono quelle dei piccoli mostri sotterrati che hanno risposto all'appello fatto dalla loro mostruosa maestra, della quale ci è permesso vedere solo la mano "seduta" in una "cattedra di sangue"!
Che dite, questa spiegazione servirà un po' anche a nascondere ai nipotini la scarsa abilità decorativa della zia?...!
Ringrazio l'azienda Sarchio per avermi dato l'opportunità di mettere alla prova la mia fantasia e di imparare nuove soluzioni utili anche a chi necessita di una maggiore attenzione alla propria sicurezza alimentare!


CIMITERO MOSTRUO(GOLO)SO 
 (dosi per 6 persone)




per il budino al cacao (senza latte e senza uova)

Bevanda d'Avena Sarchio, 500ml
Cacao amaro, 50g
Cioccolato fondente, 50g
Zucchero muscovado (io il Mauritius Muscovado D&C), 50g
Amido di mais (io Amizea del Molino Chiavazza), 50g


per le dita mostruose (senza latte e senza uova)

Fiocchi d'Avena Sarchio, 20g
Zucchero semolato, 2 cucchiai
Miele, 50g
Composta di amarene Sarchio, 1 cucchiaino + q.b. per attaccare e laccare le "unghie"
qualche mandorla intera


per la decorazione del cimitero (senza latte e senza uova)

Riso soffiato Sarchio, 2 cucchiai 
Semi di sesamo Sarchio, 1 cucchiaino
Zucchero, 1 cucchiaino scarso
Acqua, 1 cucchiaino scarso


Preparare il budino al cacao al microonde: in una casseruola adatta alla cottura in microonde raccogliere lo zucchero, il cacao amaro e l'amido di mais.
Miscelare e aggiungere, a filo, la bevanda di avena, raccogliendo a mano a mano le polveri con una frusta a mano.
Cuocere il budino nel microonde impostato a media potenza per 7 minuti esatti, avendo solo la cura di mescolarlo con la frusta elettrica una volta al minuto dopo i primi 4 minuti, per rendere la crema omogenea e vellutata.




 
A cottura ultimata, aggiungere il cioccolato fondente spezzettato e mescolare velocemente per scioglierlo.
Versare la crema ottenuta in un apposito stampo e lasciar raffreddare a temperatura ambiente prima di riporre in frigorifero.
 




Preparare le dita mostruose: in un mixer tritare il riso soffiato, i fiocchi d'avena e lo zucchero fino a ottenere un composto abbastanza omogeneo.
Sciogliere il miele in un pentolino, aggiungerlo caldissimo alla miscela ottenuta e impastare, dapprima con un cucchiaio di legno, poi con le mani.
Aggiungere un cucchiaino di composta di amarene e incorporarlo senza insistere troppo: i deliziosi pezzettini di amarene rimanderanno visivamente a dei... disgustosi grumi di sangue! Vi posso assicurare che l'impasto fa abbastanza Halloween anche prima di prender forma! :°)
Dividere la pasta ottenuta in bastoncini della lunghezza di un mignolo, quindi sagomare le nocche delle dita assottigliando la pasta in due punti e praticare, con una leggera pressione con coltello a lama liscia, tre righe leggere su ciascuna di esse.
Con la punta del manico di un cucchiaino praticare una pressione su una delle estremità di ciascun "dito" e pennellare l'incavo ottenuto con un velo di composta di amarene. Collocare una mandorla su ciascun incavo, esercitando con la punta della stessa una leggera pressione verso l'interno del biscotto, di modo che resti più saldamente fissata.

 

Sistemare le dita mostruose su una teglia coperta di carta forno e cuocere a 170°C per circa 15 minuti. Lasciar raffreddare completamente in modo che la composta, asciugandosi, funga da collante per le mandorle.

 




Decorare le lapidi di biscotto: dividere i frollini a metà con l'aiuto di un coltello a lama seghettata.
In una tazzina unire l'acqua e lo zucchero e riscaldare per 10 secondi nel microonde impostato a media potenza.
Intingere uno stecchino nella glassa e disegnare su ciascuna metà di biscotto delle righe che ricordino le incisioni scultoree e le iscrizioni delle lapidi.
Ricoprire ciascuna "lapide" coi semi di sesamo, quindi eliminare quelli in eccesso e lasciar asciugare bene quelli che si saranno attaccati ai biscottini. 


Comporre il cimitero: riprendere il budino dal frigorifero, cospargerne la superficie con il mix di riso soffiato e fiocchi d'avena e "interrare", a piacere, le barrette di semi, i biscotti e le dita mostruose, fino a riempire completamente il cimitero mostruo(golo)so.

Servire insieme a una ciotolina con qualche cucchiaino di composta di amarene e le rimanenti dita mostruose della maestra e... dolcissima attesa di Halloween a tutti!




NOTE:

- Rispetto alla cottura del budino classica, quella al microonde diminuisce di soli 2 minuti il tempo di preparazione, ma si rivela molto pratica se ci si vuole allontanare dalla cucina o anticipare sui tempi di preparazione degli altri particolari della ricetta. Se si preferisce la cottura su fornello, ricordare di girare spesso la crema con un cucchiaio di legno e di cuocerla per almeno 8 minuti.

- Per il budino senza glutine, oltre che senza latte e senza uova, sostituire la bevanda di avena Sarchio con una equivalente priva di glutine (es.: latte di riso o di mandorle).

- Per le dita mostruose senza glutine, oltre che senza latte e senza uova, sostituire i fiocchi di avena con una pari quantità di riso soffiato Sarchio.

- Per le lapidi senza glutine, oltre che senza latte e senza uova, sostituire i frollini integrali con altre 2 barrette ai semi di girasole e lino oppure con altri biscotti senza glutine (i Nocciolosi della Sarchio, a forma di ciambelline non troppo larghe, potrebbero essere una valida alternativa).


9 commenti:

  1. orribilmente favolose, brava, un bacii

    RispondiElimina
  2. Diciamo che questa festa non la riconosco come nostra.. difatti non la festeggio nè faccio docletti.. Però.. che dire delle tue dita?? o mamma m'inquietano sai???? brava!!! un abbraccio e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  3. Forteeeeee golosamente terribile ma di grande impatto e soddisfazione di palato. Bravaaaaaaaa ciaooo e buona domenica

    RispondiElimina
  4. Ma che bello che è venuto! Molto originale ^_^
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Brr... quelle unghie sanguigne fanno davvero impressione!:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son d'accordo con te Ines! A me faceva impressione già il panetto di impasto... ihihih!

      Elimina
  6. @Tutti: sono felicissima di comunicarvi che ho vinto il contest con la mia ricetta salata pubblicata in seguito a questa, mentre questa ricetta dolce è stata pubblicata sulla pagina dell'azienda Sarchio con una menzione speciale!
    Grazie di cuore a tutti voi per i vostri apprezzamenti!

    RispondiElimina