5.12.12

Risotto alla salvia... per il Natale alle porte!



Ebbene, a distanza di un mese, posso dire che anche a Napoli è arrivato il freddo!
E, rovescio della medaglia, quando arriva il primo freddo serio non c'è spremuta d'arancia (pressappoco somministrata per endovena) che tenga: la sottoscritta si becca il suo primo raffreddore!
Magari è l'unico malanno del suo calendario solare, ma puntualmente si presenta in maniera così ostinata da debilitarla per una settimana buona... vale a dire quella in cui ha in programma qualcosa di importante (per esempio, cantare per una Messa solenne e portare in scena un lavoro teatrale...)!
Ironia della sorte a parte, c'è sempre qualcosa di semplice e prezioso a restituire l'energia giusta per affrontare tutto con un sorriso: il tepore dello scaldotto, la tenerezza delle persone care... o una semplice piantina di salvia, le cui foglie (almeno loro!) resistono, inflessibili e coraggiose, all'inclemenza del clima!
Questo risotto l'ho preparato proprio con le profumatissime foglioline che ancora rallegrano il vaso fuori al mio balcone! È una pietanza molto semplice, fatta di pochi ingredienti naturali, ma al tempo stesso molto confortante, perché raccoglie, in un unico piatto, il romantico legame con la tradizione, il ricco apporto nutrizionale e l'altissima digeribilità (dovuta sia al riso che alla salvia).
Oltre che ad ampliare la sezione di ricette Anticrisi, questa ricetta va dritta dritta a inaugurare quella delle Idee salutari per le feste: il tempo delle grandi abbuffate è ormai alle porte, e proporre delle alternative sane, gustose, economiche ed eleganti ad alcuni piatti natalizi classici, ricchi di sapore ma anche piuttosto elaborati, è cosa buona e giusta!
Essendo al tempo stesso delicato, digeribile e appetitoso, questo risotto potrebbe essere perfetto per “aprire le danze” del cenone della Vigilia o del pranzo di Natale, magari in sostituzione dei più usuali gnocchi alla salvia: non è indispensabile che i pasti delle feste siano tanto abbondanti da farci alzare da tavola stanchi e stomacati, bensì che tutto ciò che portiamo in tavola sia preparato con cura, amore e attenzione... anche, magari, a chi soffre di intolleranze alimentari!
Insomma, a Natale siamo o non siamo tutti più buoni?! *_*


RISOTTO ALLA SALVIA
dosi per 4 persone



per il brodo vegetale

Acqua, 600 ml


per il risotto

Riso Carnaroli superfino Sarchio, 350 gr
Olio extravergine di oliva DOP Sarchio, 3 cucchiai
una piccola cipolla
una manciata abbondante di foglie di salvia fresche

inoltre

Parmigiano Reggiano grattugiato, 40 gr *



* In assenza del Parmigiano Reggiano, gli intolleranti al lattosio possono sostituire questo formaggio con uno equivalente (es.: il pecorino, il Grana Padano o il provolone) che abbia subito un processo di stagionatura altrettanto lungo.



In una casseruola, far bollire l'acqua e sciogliervi il dado vegetale.
Sciacquare il riso e lasciarlo asciugare in uno scolapasta.



In una pentola dal fondo spesso, preparare un soffritto leggero con l'olio extravergine, la cipolla e la salvia tagliata molto sottilmente.
Quando la cipolla risulterà leggermente imbiondita, aggiungere il riso e tostarlo per alcuni secondi, quindi unire due o tre mestoli di brodo.
Cuocere per circa 10 minuti, aggiungendo due mestoli di brodo per volta e girando spesso con un cucchiaio di legno, fino a ottenere un risotto al dente e cremoso.
Una volta pronto, togliere dal fuoco e mantecare con il parmigiano.
Sistemare sui piatti da portata, guarnire con qualche fogliolina di salvia fresca e... buon appetito!



Con questa ricetta partecipo al contest indetto dalla Sarchio!
Se la mia idea vi è piaciuta, potete votarla cliccando "Mi piace" a questo link: ogni vostro apprezzamento avrà il valore di 1 punto e potrebbe aiutarmi a rientrare tra le prime tre classificate!
Grazie mille a tutti voi!


10 commenti:

  1. Ciao Raffaella! :) Eh si, a Napoli è arrivato il freddo e anche una pioggia incessante, direi... non ne posso più! :( Ho desiderato il freddo ma non la pioggia... piove, piove sempre! :( Vabbè, basta lamenti altrimenti divento pesante eheheheh... godiamoci questo risotto squisito, bravissima! :) Già dalla foto fa venire l'acquolina, delicato e invitante! :) Complimenti, un bacione e buona serata :)

    RispondiElimina
  2. Ciao, adoro i risotti e questo merita di essere fatto al più presto!!!
    Tanto freddo anche qui (Venezia), per fortuna oggi quasi sole ma sta arrivando la neve!!!!!!!!!!!!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  3. Felice di sapere di non esser l unica (foodblogger) a usare di tanto in tanto - il dado vegetale!!! ;) Per il resto, nmai fatto un risotto così .. è così appetitoso e semplice che credo sia un peccato non provarlo!
    PS . sicilia: si gela anche qui!
    baci, raffaella
    serena

    RispondiElimina
  4. Ottima ricettina anti-crisi..profumatissima!!!
    Anche qui a TV si gela...è arrivato il freddo finalmente e le montagne all'orizzonte sono belle imbiancate..tra un mese si va a sciareeeeee.... :-D
    Baci, Roberta

    RispondiElimina
  5. Il suo aspetto cremoso e invitante suggerisce di sperimentarlo quanto prima!

    RispondiElimina
  6. adoro i risotti Raffaella, peccato per la salvia che non amo molto ma ...magari posso aggiungere 1kg di parmigiano in più per compensare! ahahahahaah!
    un abbraccio forte da Firenze...gelidissima!

    RispondiElimina
  7. Ma lo sai che è proprio una bella idea?? Poi adoro la salvia, la metterei ovunque!

    Spero ti passi il raffeddore e sono curiosa di conoscere il seguito dei tuoi impegni!! ;)

    RispondiElimina
  8. anche qui fa freddissimo,cosa c'è di meglio di un risotto cosi per riscaldarci?baci,felice giornata:)

    RispondiElimina
  9. buono questo risotto...da provare!!!

    RispondiElimina