27.3.13

Ovetti... con sorpresa!




Un ovetto sodo... servito col kiwi e una barretta al cioccolato?
Ce li vedo i vostri commensali a strabuzzare gli occhi...!
Ma aspettate che abbiano tolto il "cappellino" all’uovo e… sorpresa! Quello che sembrava uno scherzetto poco allettante altro non è che un simpatico dessert!
La cremosità dello yogurt, un po’ di confettura di albicocche, un biscottino profumato, il tocco irrinunciabile del cioccolato fondente… il tutto senza lattosio*, senza glutine, biologico, vegan e servito in maniera alternativa e colorata, in perfetto tema con la gioia e la condivisione della Pasqua!
Se siete in vena di stupire ottenendo la massima resa col minimo sforzo, portate in tavola questo dolcino goloso dopo il pranzo di Pasqua, oppure servitelo ai vostri bambini per una sana merenda nei giorni di festa… io sono certa che non sapranno resistere!


* Durante la fermentazione del latte per mezzo dei batteri, le molecole complesse del lattosio vengono scisse in due molecole semplici, il glucosio e il galattosio. Ciò fa sì che lo yogurt, consumato in dosi contenute, sia un alimento ampiamente tollerato anche dai soggetti sensibili al lattosio.



OVETTI GOLOSI CON SORPRESA
dosi per 4 porzioni


per il budino di yogurt

200 ml di yogurt bianco naturale (io autoprodotto)
1 cucchiaio di Zucchero di canna (io Sarchio)
1 cucchiaino di Miele di millefiori (io Sarchio)
1/2 cucchiaino scarso di agar agar

per servire

2 kiwi
4 cucchiaini di Confettura di albicocche (io Sarchio)
4 gusci vuoti di uova bio (codice 0)
4 biscotti Fior di limone Sarchio
6 barrette (2 confezioni) di Soffio di riso con cioccolato fondente extra Sarchio
   


Preparare il budino di yogurt: portare a ebollizione un cucchiaio d'acqua, sciogliervi l'agar agar e aggiungere la soluzione allo yogurt appena preparato (la temperatura che il composto da gelificare deve avere è di 40°C, e corrisponde a quella che la yogurtiera fornisce costantemente durante la preparazione dello yogurt casalingo) oppure  scaldare lo yogurt freddo di frigo per 30 secondi nel microonde a minima potenza.
Unire al composto lo zucchero di canna polverizzato al mixer e il miele, quindi versare nelle diverse parti dei gusci d'uovo (perfettamente lavate, asciugate e lucidate, sia all’esterno che all’interno, con po’ di sciroppo preparato facendo bollire 1 cucchiaino di zucchero in 2 cucchiaini d’acqua).
Lasciar raffreddare a temperatura ambiente per circa mezz'ora, quindi trasferire in frigorifero per circa 3 ore.
Una volta rassodati, "scavare" leggermente il centro dei piccoli budini ottenuti con la punta di un cucchiaino, in modo da creare lo spazio per il "tuorlo".
Adagiare un po' di confettura di albicocche in ciascuna piccola "conca" per formare il tuorlo (idealmente intero oppure no, a seconda della porzione di guscio che si ha di volta in volta a disposizione).
Un minuto prima di servire il dessert, prelevare la polpa dai kiwi con l’aiuto di un cucchiaino e dividerla tra i piatti da portata. Porre una barretta di Soffio di riso (o due, se come me siete inguaribilmente golosi!) sullo sfondo del piatto in modo da formare una sorta di recinto.
Adagiare un biscotto Fior di limone al centro del “recinto”, quindi usare quest'ultimo come "poggia uovo", sistemandovi il guscio d'uovo col budino di yogurt. Coprire con un'altra parte di guscio più piccola e ripetere l'operazione per gli altri piatti, servendo in tavola nel minor tempo possibile, per evitare che il kiwi perda gran parte della sua vitamina C.


NOTE:

- L'agar agar è una gelatina di origine vegetale, facilmente reperibile nelle farmacie o in altri negozi specializzati. Se non siete vegetariani o non riuscite a reperire l'agar agar, potete sostituire questo agente gelificante con la più comune gelatina in fogli, meglio nota come "colla di pesce"; per questa ricetta, vi basterà 1 foglio di gelatina, che andrete a sciogliere in un cucchiaio d'acqua calda prima di incorporare allo yogurt.


- Io ho usato il kiwi perché mi piaceva un bel verde "erba" come lettino per il mio uovo; voi sentitevi liberi di utilizzare il frutto (o la frutta) che preferite.


18 commenti:

  1. L'avevo già vista pubblicata sulla pagina facebook, ma ogni volta che vedo questa tua creazione rimango meravigliata. Sei stata bravissima, davvero. Un bacione grande :)

    RispondiElimina
  2. Ma sono troppo sfiziosi! Se ci riesco li preparo per Pasquetta :D

    RispondiElimina
  3. Che carini... per un attimo sono rimasta interdetta :D

    RispondiElimina
  4. molto bella come idea per la Pasqua, brava

    RispondiElimina
  5. Nuoooo fantastica...e senza lattosio! E come hai fatto a fare lo yogurt senza lattosio? Hai usato il latte di soia? Bacino cara! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, grazie per questa domanda: in effetti il "senza lattosio" merita una precisazione che, per la fretta, ho dimenticato di fare!
      Essendo lo yogurt un prodotto derivato, per l'appunto, dal latte, contiene lattosio. Tuttavia, durante la fermentazione del latte per mezzo dei batteri, le molecole complesse del lattosio vengono scisse in due molecole semplici, il glucosio e il galattosio, che, in dosi contenute, sono perfettamente tollerate dal soggetto sensibile al lattosio.
      Lo stesso vale per molti formaggi stagionati, nei quali il contenuto di lattosio è così irrilevante da poter essere tranquillamente tollerato.
      Spero di essere stata chiara! ^_^

      Elimina
  6. Hai sempre delle idee divertenti :-) E poi sei sempre così attenta alle calorie, ma come fai? Dovrei proprio imparare da te.
    Buona Pasqua cara...un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu sei sempre deliziosa, cara Vale!
      Santa Pasqua a te e alla tua famiglia! Grazie di cuore per il tuo pensiero! :**

      Elimina
  7. @Tutte: grazie mille! ^_^ Sono contenta che quest'idea abbia catturato la vostra simpatia!

    RispondiElimina
  8. Tanti cari auguri per una serena e gioiosa Pasqua
    un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
  9. originalissima idea!!!! complimenti!!!! e tanti auguri di una felice Pasqua!!!!!

    RispondiElimina
  10. Auguri sentitissimi. Spero che noi tutti si possa passare una Pasqua serena con i nosri cari!!!

    RispondiElimina
  11. Simpaticissima l'idea e delizioso l'ovetto sorpresa :) Di qeusto posso fare il bis senza problemi, sarà d'accordo anche il mio mrC :)
    Un bacione bimba, spero hai trascorso una serena Pasqua ^_^

    RispondiElimina
  12. u'idea semplicemente deliziosa...
    una piccola vera geniale ricetta

    RispondiElimina
  13. Che bella idea! Ma sai che in prov. di Viterbo ci sono proprio dei dolcetti che vengono serviti nelle uova. Si trovano difficilmente perchè li fanno in pochi ed è una ricetta segreta delle monache.

    RispondiElimina
  14. Che idea carina!! Spero un giorno di riuscire a replicarla e stupire i miei ospiti ;-)

    RispondiElimina