27.6.13

Bruschette di Insalata fredda alla napoletana





Perché, Napole mio, dica chi voglia,
non sì Napole cchiù se non haje foglia! *


dalla Vaiasseide, Giulio Cesare Cortese, 1604?




* Perché, Napoli mia, ognuno dica ciò che voglia // non sei più Napoli senza la tua verdura!





Mangiafoglia: è questo il nomignolo con cui, fino alla fine del Settecento, noi napoletani siamo stati chiamati in virtù della nostra atavica affezione alle verdure.
La nostra dieta è stata, per molti secoli, una delle più povere di proteine animali dell’intera penisola; quando la quotidiana lotta contro la fame dava un po’ di tregua, il piatto più sostanzioso che ci si poteva concedere era una minestra di broccoli, foglie di cavolo e cicorie maritata ("accoppiata") con qualche pezzetto di lardo o di carne poco pregiata.
Essendo troppo povero per concedersi dei pasti ricchi ed elaborati, il popolo partenopeo compensava la modestia della propria mensa con l’ingrediente principale: la fantasia degli abbinamenti!
È questo il motivo per cui, anche quando nella Napoli ottocentesca in espansione fu introdotto l’uso della pasta (e i mangiafoglia iniziarono a trasformarsi in mangiamaccheroni), la cucina popolare assimilò la nuova moda, integrandola nella sua tradizione ricchissima di piatti di verdure.

Uno dei piatti che meglio interpreta l’abilità del mio popolo di ricavare grande sapore anche dagli ingredienti più semplici è, non a caso, l’insalata di pasta alla napoletana.
La sua base è un’insalata composta: pomodori, peperoni, zucchine e ogni sorta di ortaggio che si presta ad essere consumato crudo (e che la terra, nei mesi più caldi, offre in modo generoso), viene abbinato a cubetti di mozzarella, alici salate, basilico e quant'altro la creatività e la disponibilità del momento possano suggerire.
Il tutto viene poi completato dall'aggiunta dei maccheroni lessi, e il risultato è una pietanza fredda molto ricca e saporita, ideale da consumare come pasto unico.

Quando ho saputo che l’MTChallenge di giugno era dedicato alle insalate, non ho potuto fare a meno di pensare a questo piatto!
Accantonata la pasta, nella scelta di abbinare, all’insalata composta, della verdura a foglia verde e dei crostini, mi sono ancora ispirata a degli elementi immancabili sulle tavole napoletane: la rucola, la cicoria, i puparuolielli verdi e le bruschette!
Le prime sono due verdure che, da marzo fino a tutto il mese di giugno, crescono abbondanti nel nostro orticello di famiglia e che noi napoletani utilizziamo tantissimo nelle più svariate preparazioni (come accompagnamento alle carni lesse, agli affettatati, ai contorni, alla pastasciutta e perfino alla pizza); i secondi, meglio conosciuti come friggitelli, sono dei peperoni verdi nani e dolci, non piccanti, che vengono fritti interi e serviti come contorno oppure tagliati a rondelle e uniti crudi alle insalate.
Le bruschette, invece, altro non sono che le fette di pane abbrustolito che gli agricoltori campani di una volta portavano nelle loro bisacce per mangiarle, nelle pause dal lavoro nei campi, condite coi pomodori appena raccolti.
Originariamente insaporita solo con dell’olio buono, con il passare del tempo la bruschetta si è arricchita di ingredienti e intingoli sempre più sostanziosi, fino a diventare un antipasto a tutti gli effetti.
È per questo che ho pensato che questi crostini belli "generosi" sarebbero stati ideali come base per la mia insalata!

Non fatevi ingannare dalla quantità di ingredienti: in questo piatto ciò che prevale è la freschezza e la fragranza dei sapori dell'orto!
Le alici salate sott'olio e la mozzarella contribuiscono semplicemente ad esaltare questi sapori, mentre un buon filo d'olio è quanto basta a legarli tutti.

Un grazie a te, Leo, simpaticissimo CozzaMan, e a voi, magnifiche donne dell'MTChallenge, per averci proposto questa sfida che ha mandato in ferie il forno ma ha consentito alle nostre menti di sbizzarrirci proprio tanto coi sapori, i profumi, le consistenze e i colori! :-) 



NEAPOLITAN SALAD BRUSCHETTAS 
dosi per 4 persone 



per l'insalata


6 bei pomodori sodi e maturi (circa 500 gr)
8 zucchine piccole (circa 200 gr)
8 peperoncini verdi nani dolci
un piccolo peperone rosso 
un piccolo peperone giallo
una manciata di foglie di rucola
una piccola manciata di cicoria
300 gr di mozzarella
alcuni filetti di alici salate sott'olio
qualche foglia di basilico


per le bruschette

un filoncino di pane casereccio
un grosso spicchio d'aglio 
olio di oliva di ottima qualità



per il condimento

olio di oliva di ottima qualità
un pizzicotto di sale





Per prima cosa, preparare le bruschette: tagliare il pane in 12 fette spesse circa 2 cm, quindi porle poche per volta su una piastra e farle tostare, prima da un lato e poi dall'altro, su fuoco medio.
Le fette di pane sono pronte quando risultano dorate e leggermente abbrustolite da ambo i lati.
Lasciar raffreddare e tenere da parte.

Preparare l'insalata: lasciare a bagno tutta la verdura nell'acqua fredda per alcuni minuti, quindi lavarla accuratamente poca per volta sotto l'acqua corrente e asciugarla con un canovaccio pulito.
Tagliare in due metà i peperoni, quindi privarli dei filamenti bianchi e dei semini interni. Dividere ciascuna metà in due parti e affettarle molto sottilmente.
Mondare anche le zucchine e tagliarle a rondelle sottilissime. Fare lo stesso con i friggitelli.
Privare i pomodori del picciolo, tagliarli in quarti e mondarli del filamento bianco e dei semini interni. Tagliarli a dadini non troppo piccoli e unirli in una ciotola ai peperoni, alle zucchine e ai friggitelli già tagliati.
Lasciare intere le foglie di rucola e cicoria più piccole e tenerle da parte, tagliare invece in due o tre parti quelle più grandi e unirle al resto dell'insalata.
Tagliare il basilico a strisce sottilissime e unire anche queste all'insalata, tenendone qualcuna da parte.
Completare coi filetti di alici salate sott'olio (attenzione a non esagerare, sono molto saporiti!) e la mozzarella tagliata a cubetti.
Mescolare bene il tutto, coprire e lasciar insaporire per alcuni minuti in frigorifero.

Comporre le bruschette: insaporire i crostini precedentemente preparati strofinandoli con lo spicchio d'aglio, quindi condire ciascuna bruschetta con un sottilissimo filo d'olio.
Adagiare su ogni crostino qualche foglia di rucola e cicoria e disporre su ognuno due generose cucchiaiate di insalata composta.
Completare con le striscioline di basilico tenute da parte e condire il tutto al momento con un filo d'olio mischiato a un pizzicotto di sale.


E con queste bruschette di insalata fredda alla napoletana partecipo all'MTChallenge di Giugno!





NOTE:

- Le bruschette pronte e raffreddate si conservano per diversi giorni ben chiuse in un sacchetto del pane.

- Se vi piacciono, potete aggiungere a quest'insalata delle olive verdi e/o nere e delle fettine di cipolla rossa.





7 commenti:

  1. Sono BELLISSIME! Ne mangerei subito una!

    RispondiElimina
  2. Buonissima.. piena di colori.. Che bella idea un'insalatona servita sulle bruschette!!! smackkk

    RispondiElimina
  3. c'è tutta la tua terra in questa ricetta,bravissima:)

    RispondiElimina
  4. Arrivo, Raffaella, arrivo... è che in questa tornata è arrivato un numero impressionante di insalate negli ultimi due giorni e, complice anche il fatto che giugno è un mese corto, stiamo arrancando un po'.
    Parto dal post che, come sempre, è meraviglioso: quando parli della tua terra, riesci a trasmettere mille emozioni: su tutte, un amore fatto di orgoglio e di fierezza e un desiderio sincero di condividere la storia e le tradizioni del popolo a cui appartieni che riescono sempre a centrare il bersaglio: della mente, degli occhi e del cuore.
    Abbiamo messo fuori concorso le insalate presentate sulla fetta di pane, perchè la bruschetta non corrispondeva al tema scelto per la sfida: ma sulla tua, farei un'eccezione, perchè è talmente elegante che uno strappo alla regola ci sta. Sul resto, che dire? la solita lezione di grande equilibrio e di grande sapore che ci viene dalla tradizione e che tu hai interpretato in modo magistrale. Come di consueto, ovviamente!
    Grazie ancora per aver partecipato e scusa il ritardo del commento!

    RispondiElimina
  5. Bellissima,con tutti i colori dell'estate!La voglio provare con la pasta!
    Un bacione e a presto.

    RispondiElimina