11.9.13

Spaghetti con le Zucchine... "alla Zio Peppino"!


Zio Peppino è il fratello di mio padre.
Avete presente il diavolo e l'acquasanta?
Ecco, sono loro due.
Solo che non si è mai capito realmente chi dei due sia il diavolo e chi l'acquasanta.
B.: Quand'eri guaglione facevi 'nu sacco 'e cretinate! 
P.: E tu invece sì sempre stato scucciante!
E via dicendo, ogni volta, per tutto il tempo.
Per me, che sono figlia unica, questi siparietti tra fratelli sono sempre stati un vero spasso!
Peccato, però, che tutto il tempo duri sempre troppo poco: le ore passano in fretta, i giorni altrettanto, e il momento di tornare a casa, per l'uno o per l'altro, arriva sempre molto presto.
La ricetta di oggi è legata ai ricordi delle mie estati torinesi, quelle che da ragazzina trascorrevo a casa di zio Peppino con mia cugina Veronica.
Fu proprio in occasione di una delle solite, amorevoli diatribe con mio padre che zio sentenziò, un giorno: a pranzo te cucino 'na pasta e cucuzzielle... ca accussì bbuona nun l'haje maje mangiata!
E infatti, da quel giorno in cui l'assaggiammo, non solo è diventata la nostra versione di pasta con le zucchine preferita, ma è addirittura entrata di diritto nei nostri menu estivi settimanali!

Le zucchine, rosolate nell'olio insaporito con l'aglio, prendono un sapore ricco e rotondo, gli spaghetti lo catturano alla perfezione, il formaggio stagionato rende il tutto irresistibilmente appetitoso e il basilico esalta la delicata freschezza del piatto.
A parte l'autore, tutto sommato questa pasta non ha nulla di così speciale.
Ma se è riuscita a mettere d'accordo, per il tempo di un pranzo, perfino il diavolo e l'acquasanta, un piccolo posticino qui su se l'è decisamente meritato! :-)





SPAGHETTI DI KAMUT INTEGRALI
CON LE ZUCCHINE
dosi per 4 persone

 


800 gr di zucchine
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva (io Sarchio)
2 spicchi d'aglio
50 gr di pecorino romano grattugiato
basilico a piacere
sale (io l'integrale Sarchio) q.b.




Lavare e mondare le zucchine, quindi tagliarle a rondelle abbastanza sottili.
In una padella antiaderente, riscaldare l'olio e farvi rosolare per un minuto l'aglio tagliato a fettine e privato dell'anima (la parte interna verde, leggermente amarognola).
Aggiungere le zucchine e lasciarle soffriggere a fuoco dolce per circa 20 minuti, rimestando ogni tanto per controllare che non si attacchino sul fondo della padella.
Quando le zucchine saranno morbide ma non disfatte, si può spegnere il fuoco.
Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata per circa 8-9 minuti, scolarli al dente e farli mantecare nella padella con le zucchine e il pecorino grattugiato.
Servire subito con un'ulteriore spolverata di pecorino grattugiato e un ciuffetto di basilico fresco.

Buona giornata, buon proseguimento di settimana e... fate presto a partecipare al mio giveaway: avete ancora altri 10 giorni di tempo! ;-)





11 commenti:

  1. ahahahaha si "beccano" sempre!!!! mi fai pensare quando ero picola ai siparietti tra mia mamma e suo fratello.. che ridere.. Io anche son figlia unica e non so quindi cosa vuol dire avere fratello o sorella.. Buonissima però questa pasta.. baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  2. Ecco, a me la pasta piace così. Semplice ma dal sapore pieno, profumata di aromi o erbe, un po' rustica. E poi se questa non è una banale pasta alle zucchine ma la pasta e cucuzzielle dello Zio, sarà senz'altro speciale! Dovrò sostituire il pecorino con il mio vegetale, ma son sicura che lo Zio non se ne avrà a male! ;)
    a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente Peanut! Vai spedita! ^_^
      Grazie*

      Elimina
  3. Gustoso piatto. Non hai bisogno di vedere il film con Totò e peppino allora, hai le rappresentazioni a casa! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah esattamente!
      Un grandissimo abbraccio, cara!*

      Elimina
  4. Ciao Raffaella, eccomi qua finalmente!
    Sono molto contenta di averti scoperta perchè sei simpatica, mi piace quel che proponi, mi piacciono le tue luminose e bellissime fotografie e mi piace il tuo blog, complimenti !
    Quindi ti seguo anch'io con piacere così posso godermi le tue ricette come questi spaghetti, solo a guardarli mettono appetito, si vede che sono buonissimi :)
    A presto quindi e... grazie ancora per l'apprezzamento per le mie crostatine, fammi sapere cosa farai di buono per il tuo papà !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Patrizia, anche per gli spunti che, senza saperlo, con le tue deliziose crostatine mi hai dato!
      Presto posterò la ricetta della torta all'ananas che preparai il 19... ;-)

      Elimina
  5. ne divorerei un piattone....è anche ora di cena:-)

    RispondiElimina
  6. semplice ma con tanto gusto....e che belle foto,bravisisma :)

    RispondiElimina
  7. Bellissima ricetta cara! Anch'io ho uno zio Peppino, ma di cucinare non ne parla proprio, preferisce solo mangiare!!


    Se passi da me puoi ritirare un premio ...

    http://cookinginrosa.blogspot.it/2013/09/premio-versatile-blogger-award-e-grazie.html

    RispondiElimina
  8. @TUTTE: grazie mille per la simpatia dei vostri commenti! :D
    Zio Peppino ringrazia... eheheh!

    RispondiElimina