13.12.13

Crema Chantilly (?!)




Crema chantilly, crema diplomatica, crema chantilly all'italiana... sono almeno tre i nomi coi quali ci è nota una delle farce più semplici e buone al mondo!
La sostanza, tuttavia, è una sola: pochissimi ingredienti genuini e golosi che fanno di una crema un piccolo capolavoro in grado di rendere speciale anche un biscotto, della frutta fresca o una torta.
Quando mi è arrivato l'invito a scrivere un articolo su questa preparazione francese per Gustissimo.it, la prima domanda che mi sono fatta è stata proprio: QUALE crema chantilly dovrò preparare? Quella "originale" o quella "plebea"?!
Perché è così: checché ne dicano i puristi, per i quali l'unica, vera crema chantilly non è altro che freschissima panna montata con zucchero e aromatizzata alla vaniglia, la versione di chantilly più diffusa nel territorio italiano corrisponde a quella che, in pasticceria, viene chiamata crema diplomatica e che è costituita da una base di crema pasticcera alleggerita con una piccola percentuale (circa il 30% del totale) di panna montata!
Appartenendo a quella larghissima fetta di italiani cresciuti nella convinzione che la chantilly fosse proprio il felice risultato dell'amalgama tra crema pasticcera e panna montata, ed essendo profondamente affezionata agli usi e ai costumi del mio paese, non potevo che lasciarvi la mia chantilly: facilissima e ancor più veloce se preparata nel forno a microonde, perfetta con le fragoline o altri frutti rossi per farcire torte e crostate, nei pomeriggi in cui mi prende la voglia di coccole adoro gustarla direttamente dalla coppetta con il cucchiaino... eh sì, confesso di averlo appena posato! ;-)





CREMA CHANTILLY (all'italiana)



4 tuorli
30 gr di amido di mais
130 gr di zucchero semolato
400 ml di latte
1/2 bacca di vaniglia



inoltre

200 ml di panna fresca
20 gr di zucchero semolato
i semini di 1/2 bacca di vaniglia




In una terrina adatta alla cottura in microonde, montare i tuorli con lo zucchero, incorporare l'amido di mais e versare a filo il latte a temperatura ambiente, amalgamando bene il tutto.
Unire anche la mezza bacca di vaniglia incisa nel senso della lunghezza e cuocere nel microonde impostato a media potenza per 8 minuti, interrompendo la cottura per brevi intervalli per mescolare la crema.
Lasciar raffreddare completamente a temperatura ambiente e riporre in frigorifero (coprendola con della pellicola a contatto).

Montare la panna fredda di frigo con lo sbattitore elettrico finché non diventa densa e spumosa. Unire lo zucchero, continuando a montare, e la vaniglia.
Incorporare delicatamente la (vera!) crema chantilly alla crema pasticcera, mescolando dall'alto in basso per non smontare la panna, e utilizzarla come si preferisce (immediatamente oppure dopo un riposo in frigorifero, coperta da pellicola).



NOTA:

- Con queste dosi otterrete una quantità di crema sufficiente a farcire una crostata di frutta o a farcire e a ricoprire una torta a due strati del diametro di circa 24 cm.



4 commenti:

  1. Io son come te.. la conosco come unione di crema pasticcera e panna montata! Ottime le tue cocottine.. smack e buon sabato :-)

    RispondiElimina
  2. buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!!une approfitto per farti sinceri auguri di un sereno Natale!!!!

    RispondiElimina