15.1.16

TiramiMou® al Caramello Toffee, senza mascarpone e senza uova!

 


Come qualche sera fa disse il suocero (festeggiato d'onore nonché primo beneficiario della golosità in questione), le cose improvvisate sono sempre quelle meglio riuscite.
Incredibile a dirsi ma, talvolta, accade anche in pasticceria (dove, manco a dirlo, la precisione è la regola).
Questo tiramisù è uno degli esperimenti meglio riusciti di tutti quelli nati tra le mura di casa Il sorriso vien mangiando.
Un tiramisù dichiaratamente anarchico: nessun dolce privo di uova e di mascarpone, si sa, potrebbe mai essere insignito di tale titolo.
Ma sono pronta a sfidare anche il più intransigente dei puristi a non deporre le armi al primo boccone. :-)
Una crema soffice e delicata quanto corposa, che non ha nulla da invidiare alla consistenza di quella del dolce da sempre più amato da tutti.
Non aspettate di essere a corto di ingredienti per preparare questa versione contraffatta: se siete amanti del caramello, non potete lasciarvelo scappare, ma se non vi piace il caramello dovete assolutamente provarlo: vi sorprenderà! ;-)


 
TIRAMIMOU® AL CARAMELLO TOFFEE
senza mascarpone e senza uova


 


ingredienti per una ventina di porzioni


una confezione di biscotti Savoiardi
una lattina di latte condensato zuccherato
100 ml ca. di latte bollente
500 ml di panna fresca da montare
50 gr di zucchero a velo


per la bagna

50 gr di zucchero semolato
15 ml di acqua
50 ml di latte bollente


inoltre

 cioccolato bianco (io Novi con cristalli di caramello)
cacao amaro in polvere




Preparate la crema mou (metodo classico nel pentolino): versate il latte condensato in un pentolino antiaderente dal fondo spesso e cuocetelo a fiamma bassissima, mescolando continuamente per evitare che bruci sul fondo; dopo circa 15 minuti, otterrete una crema dal colore tipico del caramello mou (tipo caramelle Alpen Liebe).
A questo punto versate il latte bollente, poco alla volta. Cuocete ancora un minuto, sempre mescolando, fino a ottenere una crema liscia e non troppo densa: raffreddandosi, deve rimanere morbida (il risultato, dopo averla montata con una frusta elettrica per renderla più ariosa, sarà più o meno così).

Metodo con pentola a pressione: mettete il barattolo in piedi nella pentola a pressione con la linguetta di apertura rivolta verso l'alto, e copritelo completamente con l'acqua.
Chiudete la pentola con il coperchio e ponete su fiamma alta. Dopo il fischio, abbassate la fiamma e calcolate 20 minuti di tempo.
Spegnete e lasciate che la pentola ed il suo contenuto si raffreddino, prima di aprire il barattolo ed avere la vostra crema mou pronta da usare.

Mentre la crema mou si raffredda, preparate la bagna: in un tegamino dal fondo spesso, unite lo zucchero e l'acqua e lasciate caramellare a fiamma bassa senza mescolare: quando lo zucchero sarà tutto sciolto, inizierà ad assumere il colore del caramello. A quel punto aggiungete subito il latte bollente (fate attenzione agli schizzi dati dalla reazione col caramello, o rischierete di ustionarvi!) e mescolate bene. Continuate a cuocere, sempre mescolando, fino a che ogni eventuale grumo di zucchero caramellato non si sia sciolto.


A questo punto montate (possibilmente in una planetaria) la panna fredda di frigo, unitevi lo zucchero a velo quando è quasi completamente soda e infine incorporate la crema mou ormai completamente fredda.
Quando la mousse al caramello mou è pronta, potete procedere all'assemblamento del dolce: rivestite il fondo della teglia scelta con i savoiardi, bagnateli con il latte al caramello ancora ben caldo e ricoprite con un primo, generoso strato di crema al caramello mou. Cospargete la superficie con il cioccolato bianco tagliato a scaglie e ripetete il procedimento per formare il secondo strato.
Completate infine con una spolverata di cacao amaro e qualche quadretto di cioccolato bianco.


NOTE TECNICHE:

- Se, raffreddandosi, la crema mou dovesse perdere la sua morbidezza, riportatela su fiamma bassa e fluidificatela con una tazzina di latte.

- Assicuratevi che il latte da aggiungere al caramello sia bollente e che la crema mou da aggiungere alla panna montata sia a temperatura ambiente: perché si amalgamino perfettamente tra loro senza creare grumi, è fondamentale che gli ingredienti abbiano la stessa temperatura.


2 commenti:

  1. Io ne sono certa della bontà! guarda là che foto!!!! da provare appena si può! baci e buon w.e. :-D

    RispondiElimina
  2. che spettacolo!!!! deve essere buonissimo!!!!

    RispondiElimina